La Sfera vanta un’esperienza pluriennale nella fornitura di servizi all’ente pubblico, la cui qualità è garantita da specifiche certificazioni.

La cooperativa inoltre collabora con gli Enti Locali nella gestione di attività a favore del sostegno occupazionale quali intervento 19, intervento 20.3progettone e progettone sociale.
Ove possibile e previsto, le persone coinvolte in questi progetti vengono formate, monitorate e valutate in un’ottica di coinvolgimento delle stesse in altre attività della cooperativa meno contraddistinte dall’elemento della temporaneità.

La Sfera è inoltre abilitata per lavorare con l’ente pubblico attraverso il mercato elettronico, sia nazionale sia provinciale, rispetto alle categorie merceologiche consultabili seguendo questo link.

Normativa di riferimento

Sgravi oneri sociali

Una cooperativa sociale di tipo “B” può assumere le persone svantaggiate rientranti nelle categorie indicate nell’articolo 4 della L.381/91. Tale normativa considera persone svantaggiate “gli invalidi fisici, psichici e sensoriali, gli ex degenti di istituti psichiatrici, i soggetti in trattamento psichiatrico, i tossicodipendenti, gli alcolisti, i minori in età lavorativa in situazioni di difficoltà familiare, i condannati ammessi alle misure alternative alla detenzione“.

La L.381/91 dispone l’esonero contributivo per i soci ed i dipendenti delle Cooperative sociali che risultino persone svantaggiate, condizione certificata da documentazione proveniente dalla Pubblica Amministrazione. Il Ministero del Lavoro, in sede di interpretazione della predetta legge (circ. 116/92), ha stabilito quale soglia minima un grado di invalidità superiore al 45%.
Applicando l’esonero contributivo per i soci ed i dipendenti delle Cooperative sociali che risultino persone svantaggiate, si manifesta una diminuzione dei costi sostenuti dall’Amministrazione Comunale nell’affidamento di servizi dove il costo del lavoro è soggetto a rendicontazione come ad esempio nell’intervento 19 (ex az.10). Il valore dell’esonero è quantificabile nel 10.58% del costo della persona svantaggiata assunta con lo sgravio.

Esonero Irap

L’articolo 10 del decreto legislativo 460/97 dispone che le cooperative sociali sono esonerate dal pagamento dell’imposta IRAP. In particolare negli affidamenti di gestione progetti “intervento 19”, la cooperativa sociale, non sostenendo il costo dell’imposta, non la espone all’Amministrazione Comunale realizzando un risparmio quantificabile in una percentuale nell’ordine del 2-4%.