Soci

Dati al 31/12/2017

Al 31/12/2017 i soci della Cooperativa sono 63 di cui 31 sono soci lavoratori, 18 soci volontari e 15 sovventori.

NUMERO DEI SOCI

29

Uomini

20

Donne

15

Sovventori

Analizzando la compagine sociale si evince che in tutte le categorie di Soci sono presenti persone o organizzazioni attive nel mondo del sociale e quindi già sensibili e informate sulle tematiche centrali della Cooperativa.

Consiglio di amministrazione

L’Assemblea dei soci nomina ogni tre anni il Consiglio d’Amministrazione. I 7 consiglieri neoeletti nominano a loro volta il Presidente.

L’attuale Consiglio d’Amministrazione, nominato nell’aprile 2015, è composto da:

  • Bruna Penasa, Presidente con delega alla direzione;
  • Monica Loss, Vicepresidente;
  • Franco Faes, Consigliere;
  • Cesare Larentis, Consigliere;
  • Cristina Lutz, Consigliere;
  • Pietro Scarpa, Consigliere;
  • Flaviano Zandonai, Consigliere.

L’attuale modello di governance aziendale è coerente con le dimensioni della cooperativa e rende la struttura maggiormente dinamica alle sollecitazioni che riceve dall’esterno, per questo si è strutturata in un’area direzionale e tre aree operative ognuna delle quali ha un proprio responsabile.

Il Consiglio d’Amministrazione definisce gli indirizzi della cooperativa e ne governa la gestione. Il ruolo di amministratore comporta un’assunzione di responsabilità verso terzi e verso i soci. Il CDA della cooperativa è composto da soci lavoratori, soci volontari ed esterni. Questa composizione permette una visione di contesto, sia interno che esterno, che consente di cogliere al meglio le opportunità del mercato.

3

Soci lavoratori

2

Soci volontari

2

Persone fisiche non soci

Lavoratori

Negli ultimi anni il numero delle persone che lavorano nei settori produttivi è progressivamente aumentato: da 221 nel 2013 passiamo a 239 nel 2014 e a 271 nel 2015, fino a 329 del 2016 e a 395 nel 2017.

182

Lavoratori a tempo indeterminato

213

Lavoratori a tempo determinato

I LAVORATORI IN INSERIMENTO LAVORATIVO 

INTERVENTO 18 BIS

Prevede l’erogazione di “Buoni di Servizio” da parte dell’Agenzia del Lavoro da utilizzare in una cooperativa sociale di tipo B a favore di persone che intendono intraprendere un percorso di reinserimento sociale sulla base di un Progetto Individualizzato di inserimento Lavorativo (PIL) concordato con i servizi territoriali e la Cooperativa, con l’obiettivo di superare le problematiche che hanno causato lo stato di marginalità sociale e lavorativa.

28

Interventi 18 bis

INTERVENTO 19

Prevede l’affidamento a cooperative sociali di tipo B della gestione di progetti denominati “Lavori Socialmente Utili” finanziati dal Fondo Sociale Europeo e definiti dagli Enti Locali, che ne individuano anche le squadre di lavoro e relativi capisquadra da una graduatoria di persone in difficoltà sociale e/o sanitaria del territorio.

130

Intervento 19

CONVENZIONE EX ART. 14

Come previsto dalla legge 68/99, le aziende sono tenuti ad avere alle proprie dipendenze lavoratori con disabilità in misura proporzionale alla dimensione dell’organico. Grazie alla convenzione ex art. 14 le imprese, per assolvere al collocamento mirato, possono eventualmente appoggiarsi a realtà esterne, affidando una commessa ad una cooperativa sociale di tipo B, la quale assumerà uno o più soggetti disabili individuati dall’Agenzia del Lavoro. La convenzione ha una durata minima di un anno e una durata massima di 5 anni con possibilità di rinnovo.

6

Convenzione ex art.14

PROGETTONE SOCIALE

Progetti individualizzati all’interno delle cooperative sociali rivolti ai lavoratori la cui condizione fisica o psichica-relazionale ne rende incompatibile la permanenza nelle attività del Progettone “tradizionale”.

3

Progettone sociale

LAVORI DI PUBBLICA UTILITÀ

Sanzioni penali relative alla prestazione di un’attività non retribuita da svolgere a favore di persone affette da HIV, persone con disabilità, ex detenuti, minori, anziani, malati ed extracomunitari; oppure nel settore della protezione civile, della tutela del patrimonio pubblico e ambientale o in altre attività pertinenti alla specifica professionalità del condannato.

2

Lavori di pubblica utilità